The Kenmore Company

 

 

 

The Kenmore Company of Boston Massachusetts.

 

La kenmore di Boston si sà che ha prodotto due Bug, uno a leva singola, con il principio meccanico di base molto simile al Vibroplex original se pur con le sue differenze costruttive, ed un secondo Bug, quello sotto proposto, con un meccanismo a doppia leva analogo a quello adottato dal "go-devil" alcuni anni prima.

 

La nota per i collezionisti è che i di bug a singola leva ve ne sono pochi in giro.

 

ça nota per la meccanica. La Kenco a sviluppato su entrambe i Bug un braccio che rispetto alle produzioni dell'epoca ha una semplice innovazione.

Il braccio è più lungo del consueto, oltrepassando la linea del dumper, questa piccola differenza fà in modo di poter ampliare la regolazione della velocità di trasmissione.

Infatti ponendo i pesi, al suo estremo massimo, si avrà modo di effettuare una trasmissione molto pacata.

Caratteristica unica nel suo genere.


 

Kenco Bug "doppia leva"

 

Il Kenco Bug, com'è comunemente dennominato è stato prodotto tra il 1934 ed il 1941.

Ha una base in ghisa cava al suo interno, sopra viene posta una spessa lastra in bachelite e sopra di essa sono collocati tutti i componenti del tasto stesso. Al di sotto della base in bachelite ovviamente vi sono i contatti elettrici.

Questo tasto (doppia leva) è stato costruito all'epoca dalla Kenmore su specifico ordine dalla Radio Shack di Boston, quindi prodotti in un unico lotto.

 

La particolarità meccanica è insita nella maggiore lunghezza del braccio principale che amplia il range di regolazione della trasmissione, i due bracci "con rimando", quello di sinistra per generare le linee e quello di destra che di "rimando" forma i punti.

Nonostante la base di ghisa risulta cava al suo interno, il tasto ha un notevole peso ed un ampia superficie di contatto, inoltre sotto la base in ghisa vi è uno strato di sughero che aumenta l'attrito del tasto sulal base di appoggio.

 

Il Tasto non ha una targa e non vi sono numeri di serie.

Non si sà inoltre quanti Bug sono stati prodotti, ne quanti sono spravissuti ad oggi.

 

 

Se per vostra curiosità volete osservare un Kenco Bug "mono leva", vi inserisco qui sotto un utile link, per gentile concessione del Prof. Tom Perrera W1TP

 

http://w1tp.com/7460.jpg

 

Tanks dear Tom.

___________________________________________________________________

 

 

Eccolo appena arrivato, ho riscontrato che ha i rivetti del braccio principale lenti e sono proprio quelli che legano la molla piatta.

Questa anomalia generano il penzolamento del braccio verso il basso.

Il bug opera, però non conscendolo non sò se influisce sul suo funzionamento.

 

Come sono le prime impressioni ?

 

Un tasto dalla manipolazione direi un pò pesante, forse dovuta ai rimandi che si generano nei due bracci principali durante la trasmissione, oppure dal fatto che la parte terminale del braccio più lungo, quello che genera i punti pende verso il basso per il difetto meccanico sopra citato ?

 

Non saprei, l'unica cosa e che quando avrò tempo, e non a breve, lo smonterò per le pulzie e lubrificazioni di rito, aggiungendo a questo ceck-up anche la ribattitura dei rivetti per ricreare quella adesione tra molla e braccio principale

 

Agosto 2012.

 
Si può osservare il cedimento verso il basso della porzione finale del braccio per un allenatamento dei rivetti di collegamento tra molla e braccio
Si può osservare il cedimento verso il basso della porzione finale del braccio per un allenatamento dei rivetti di collegamento tra molla e braccio
Late Kenko D.L. bug
Late Kenko D.L. bug
Particolare della possibilità di collocare i pesi anche oltre la linea del dumper, per diminuire la velocità di trasmissione
Particolare della possibilità di collocare i pesi anche oltre la linea del dumper, per diminuire la velocità di trasmissione
Late Kenko D.L. bug
Late Kenko D.L. bug
Particolare bracci sez. posteriore
Particolare bracci sez. posteriore
particolare bracci con vista completa
particolare bracci con vista completa

 

In questo questo tempo ho avuto modo di trovare un altro Kenko doppia leva e con questo ho rilevato che di Kenko doppia leva ne esistono almeno 2 varianti.

Le differenze nelle 2 versioni sono minime e non tali da rivoluzionare il tasto, forse solo "aggiustamenti" nel corso della loro produzione.

 

La sensazione a conferma di quanto precedentemente scritto è quella di un tasto "pesante" nell'uso.

 

La Kenmore non aveva in uso i numeri seriali, quindi è difficile dire con certezza chi è stato prodotto prima e chi dopo, anche se a mio modesto parere il Kenko nelle foto sopra, è uno modello più recente di quello sotto.

 

 

Il tasto nelle foto sotto si differenzia dall'altro per il fatto che la Kenmore ha aggiunto una serie mediana di viti per fissare la base.

Questo mi fà pensare ad un modello più recente.

 

Nella prima foto qui sotto sono visibili chiaramente i fori della base con la vernice intatta, segno di una produzione e non di una modifica aftermarket.

 

La base è composta da un foglio di bachelite (fragile), con molta probabilità la Kenomre ha ritenuto utile aggiungere due viti mediane al fine di rendere il tasto più solido.

 

 

 

During this time I was able to find another Kenko double lever and with this I found that the Kenko double lever there are at least 2 variants.

The differences in the two versions are minimal and unlikely to revolutionize the key, perhaps only "adjustments" during their productions.

 

Confirming the feeling of what was previously written is that of a "heavy" bug in use.

 

The Kenmore had not used the serial numbers, so it is difficult to say with certainty who was produced before and some later, even though in my humble opinion, the Kenko in the picture above, is a newer model respsect the one below.

 

 

The bug in the photo below have as differencethat Kenmore has added two screw in the middle of base.

This makes me think of a newer model.

 

In the first picture below we are clearly visible holes in the base with the paint intact, sign of a production and not to an aftermarket modification.

 

The base is made of a bakelite sheet (fragile), probably the Kenomre considered it useful to add two middle screws in order to make the most solid key.

 

 

04 November 2016

 

 

 

 

 

Kenko DL - Newer base with six holes
Kenko DL - Newer base with six holes
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion