The Kenmore Company

 

 

 

The Kenmore Company of Boston (MA).

 

La Kenmore company di Boston ha prodotto due differenti modelli di bug. Il primo in ordine di produzione è un bug a leva singola che sfrutta il principio meccanico del Vibroplex original, se pur con le sue differenze costruttive che vedremo in seguito.

 

Il secondo bug prodotto è un doppia leva.

Questo bug doppia leva ha un meccanismo analogo a quello adottato alcuni anni prima dalla A.H. Emery con il primo "Go-devil" bug.

 

La Kenco a sviluppato su entrambe i Bug prodotti un braccio che rispetto alle produzioni dell'epoca risulta essere più lungo.

Il braccio principale o pendolo, si protrae oltre il dumper, dando così la possibilità al bug di una più ampia impostazione alla velocità d'uso. Questa piccola differenza da a questa produzione un primato per l'epoca. 

La flessibilità d'uso. Ponendo i pesi al suo estremo massimo, si avrà modo di effettuare una trasmissione lenta e pacata.

Caratteristica unica nel suo genere.

 

Sotto puoi vedere i due modelli prodotti. Il primo mostrato è il doppia leva, seguirà il mono leva.

buona visione.

 

 

30 Ottobre 2017

 

 

1)  Kenco bug "mono leva"

 

 

Costruito nel 1930 dalla Kenmore Co. di Boston e commercializzato dal dealer Radio Shack.

Il Kenco mono leva si basa sul classico progetto del primo Vibroplex prodotto da H. Martin, si differenzia da questo per un singolare quanto unico sistema utilizzato nel braccio principale per trasmettere linee e punti.

Il braccio principale, verso la parte dell'operatore si presenta con due aste sovrapposte, entrambe vincolate dal pivot.

L'asta l'asta inferiore altro non è che la prosecuzione del pendolo, mentre l'asta superiore è svincolata dalla leva inferiore per permettere all'operatore di comporre le linee, ha però una battuta che interviene quando le due leve si trovano in asse per dare impulso al pendolo per la composizione dei punti. 

 

 

Il tasto ha tutto l'hardware in ghisa e poggia su una solida base in bachelite, per evitare continuità elettrica tra i vari elementi. I collegamenti sono custoditi all'interno della base in ghisa, posti sotto la lamina in bachelite.

Un tasto che ho trovato molto semplice, sia dal punto di vista costruttivo che nel suo utilizzo. Migliore senz'altro del doppia leva.

 

La nota per i collezionisti è che il Kenco a leva singola è il tasto più raro della serie, se ne conoscono ad oggi solo due esemplari in collezione ed uno "incerto" apparso su Ebay alcuni anni fa.

 

Il secondo tasto conosciuto in collezione è visibile sul sito del Prof. Perera, vedi il tasto numero 7640.

 

 

30 Ottobre 2017

 

 

 

Kenko mono lever bug 01 Kenco mono lever
Kenko mono lever bug 03 Kenco mono lever
Kenco mono lever
Kenko mono lever bug 04 Kenco mono lever
Kenko mono lever bug 02 Kenco mono lever
Kenko mono lever bug - particular of frame Kenco mono lever, particular of dit contact and frame
Kenko mono lever bug - particular of arm Kenco mono lever, particular of split lever system

 

 

 

2)  Kenco bug "doppia leva"

 

 

Il Kenco Bug, cosi denominato, è stato prodotto tra il

1934 ed il 1941.

Ha una base in ghisa cava, sopra viene posta una spessa lastra

in bachelite che sarà poi la sede di tutto l'hardware.

Al di sotto della base in bachelite ovviamente vi sono i contatti elettrici.

Questo tasto "doppia leva" è stato costruito all'epoca dalla

Kenmore su specifico ordine dalla Radio Shack di Boston,

quindi prodotti in un unico lotto.

 

La particolarità meccanica è insita nella maggiore lunghezza del braccio principale che amplia il range di regolazione della trasmissione, i due bracci "con rimando", quello di sinistra per generare le linee e quello di destra che di "rimando" forma i punti.

Nonostante la base di ghisa risulta cava al suo interno, il tasto ha un notevole peso ed un ampia superficie di contatto, inoltre sotto

la base in ghisa vi è uno strato di sughero che aumenta l'attrito

del tasto sulla base di appoggio.

 

Il Tasto non ha una targa e non vi sono numeri di serie.

Non si sà inoltre quanti Bug sono stati prodotti, ne quanti sono sopravvissuti ad oggi.

 

 

Se per vostra curiosità volete osservare un Kenco Bug "mono leva", vi inserisco qui sotto un utile link, per gentile concessione del

Prof. Tom Perrera W1TP

 

http://w1tp.com/7460.jpg

 

Thanks dear Tom.

 

Feb. 2015

 

____________________________________________________

 

 

 

 

Ecco il Kenko doppia leva appena arrivato.

Ho riscontrato subito sul pendolo che ha i rivetti lenti.

Per capirci sono i rivetti che fissano la molla piatta al peondolo.

 

Questa "anomalia" genera il pendolamento del braccio verso il basso.

Il bug opera, però non conoscendolo bene, non sò se questa è una caratteristica di questa produzione.

 

Come sono le prime impressioni ?

 

Un tasto dalla manipolazione direi un pò pesante, forse dovuta ai rimbalzi che si generano nei due bracci principali durante la trasmissione, o perchè la parte terminale del braccio più lungo, quello che genera i punti pende verso il basso per il "difetto" meccanico sopra citato ?

 

Non saprei, l'unica cosa è che quando avrò tempo, e non a breve, lo smonterò per le pulizie e lubrificazioni di rito, aggiungendo a questo ceck-up anche la ribattitura dei rivetti per ricreare quella adesione tra molla e braccio principale

 

Agosto 2012.

 
Si può osservare il cedimento verso il basso della porzione finale del braccio per un allenatamento dei rivetti di collegamento tra molla e braccio
Si può osservare il cedimento verso il basso della porzione finale del braccio per un allenatamento dei rivetti di collegamento tra molla e braccio
Late Kenko D.L. bug
Late Kenko D.L. bug
Particolare della possibilità di collocare i pesi anche oltre la linea del dumper, per diminuire la velocità di trasmissione
Particolare della possibilità di collocare i pesi anche oltre la linea del dumper, per diminuire la velocità di trasmissione
Late Kenko D.L. bug
Late Kenko D.L. bug
Particolare bracci sez. posteriore
Particolare bracci sez. posteriore
particolare bracci con vista completa
particolare bracci con vista completa

 

In questo questo tempo ho avuto modo di trovare un altro Kenko doppia leva e con questo ho rilevato che di Kenko doppia leva ne esistono almeno 2 varianti.

Le differenze nelle 2 versioni sono minime e non tali da rivoluzionare il tasto, forse solo "aggiustamenti" nel corso della loro produzione.

 

La sensazione a conferma di quanto precedentemente scritto è quella di un tasto "pesante" nell'uso.

 

La Kenmore non aveva in uso i numeri seriali, quindi è difficile dire con certezza chi è stato prodotto prima e chi dopo, anche se a mio modesto parere il Kenko nelle foto sopra, è uno modello più recente di quello sotto.

 

 

Il tasto nelle foto sotto si differenzia dall'altro per il fatto che la Kenmore ha aggiunto una serie mediana di viti per fissare la base.

Questo mi fà pensare ad un modello più recente.

 

Nella prima foto qui sotto sono visibili chiaramente i fori della base con la vernice intatta, segno di una produzione e non di una modifica aftermarket.

 

La base è composta da un foglio di bachelite (fragile), con molta probabilità la Kenomre ha ritenuto utile aggiungere due viti mediane al fine di rendere il tasto più solido.

 

(Il secondo Kenko sotto esposto non è più in collezione).

  

04 November 2016

 

 

  

 

Kenko DL - Newer base with six holes
Kenko DL - Newer base with six holes
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Early Kenko D.L.
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion
Two Kenko D.L. in comparsion